Presenza online, ma anche e soprattutto offline: Andrea Romoli si racconta

Quando si parla di Digital, in Italia, e del “mondo startup”, lui è uno dei professionisti più attivi, che cerca di dare un forte contributo all’ecosistema: parliamo di Andrea Romoli, curatore e organizzatore di eventi in cui l’innovazione è la parola chiave e digital strategist.

Andrea ci ha raccontato i progetti di cui si sta occupando (e quali sono i progetti futuri) e insieme a lui abbiamo fatto un giro “dietro le quinte” del suo lavoro. Seguiteci!

#1. Ciao Andrea, grazie per aver accettato di rispondere alle nostre domande. Partiamo subito con la tua presentazione: sei un professionista che abbraccia diverse aree del settore digital (curi l’organizzazione di alcuni eventi di settore, ti occupi di consulenza e di strategie digitali e molto altro): di cosa ti stai occupando in questi mesi?

Come hai anticipato, negli ultimi anni mi sto dedicando all’organizzazione di eventi che riguardano le startup e i social media: in particolare sto organizzando per il 4 marzo un hackathon, ProtoHack, che è dedicato a figure professionali e studenti senza competenze tecniche.

Durante le 12 ore dell’hackathon con l’aiuto di mentor specializzati in piattaforme di prototipizzazione aiuteremo i partecipanti a creare il mockup, il prototipo della propria app o servizio web. Alla fine delle 12 ore, i team faranno un pitch davanti alla giuria e i 3 team vincenti otterranno come premi delle consulenze direttamente dai partner USA di ProtoHack (es. sviluppo dell’app, consulenza sul brand, consulenza social media marketing, ecc.).

Per fine maggio, invece, sto organizzando il workshop Lean Startup Machine, che si tiene per il quarto anno qui a Milano. Si tratta di un workshop intenso di un week-end che permette ai partecipanti di acquisire la metodologia Lean Startup di validazione dell’idea.

Anche in questo caso alla fine del weekend i team faranno un pitch davanti ad una giuria e ci saranno dei vincitori con relativi premi.

Contemporaneamente a queste due attività, sto seguendo anche una startup per quanto riguarda la presenza online e la gestione dei profili social e, inoltre, come Curatore della sezione Eventi e Formazione, seguo il progetto DigitalDistrict.it, iniziativa congiunta di Copernico e StartMiUp.

Facendo qualche passo avanti, il 19/20/21 ottobre insieme ad un team di persone, sarò uno dei co-organizzatori del Mashable Social Media Day per il terzo anno consecutivo.

Quest’anno sarà ancora più grande e nascono quindi i Digital Innovation Days ( #DIDAYS), che includeranno il tradizionale Mashable Social Media Day ma che estendono l’evento ad una tre giorni ricca di contenuti di alto livello con lo scopo primario di abbracciare i temi legati all’innovazione a 360 gradi.

Marketing Digitale e Social Media Marketing restano il focus principale, ma verranno trattate anche tematiche di Open Innovation, Mondo Startup, Artificial Intelligence, Unconventional Marketing, Ecommerce Strategy, Lean Startup, e molto altro ancora.

presenza online ma soprattutto offline andrea romoli si racconta
#2. Qual è stato il percorso formativo e professionale che ti ha portato dove sei oggi?

Nella prima parte della mia vita professionale ho svolto dei lavori molto tecnici: ho iniziato come programmatore e poi successivamente sono passato a fare il sistemista. Solo negli ultimi 5 anni, a partire dal 2011.

Ho iniziato ad occuparmi di social media dapprima come account per alcune web agency, poi dal 2013 ho voluto mettermi alla prova ed ho iniziato ad occuparmi di organizzazione di eventi per startup e digital companies, che è la mia attività principale al momento.

#3. Puoi raccontarci una tua “giornata tipo”?

Solitamente dopo una ricca colazione, mi sposto nello spazio di coworking di StartMiup all’interno di Copernico Business Center dove ho una scrivania e da dove seguo tutte le mie attività e incontro i possibili clienti.

La giornata inizia solitamente con la lettura delle mail, anche perché due dei miei principali eventi sono dei format USA per cui mi allineo subito con le novità che sono accadute durante la notte.

Prosegue poi con i progetti dei clienti italiani e con gli incontri pianificati della giornata.

La sera spesso è dedicata alla partecipazione agli eventi, quindi sia all’arricchimento del mio know-how sia al networking.

Dedico anche una parte della giornata, direi circa un’ora, a cercare gli eventi digitali che poi entrano a fare parte del post che pubblico ogni venerdì sul mio blog. Da qualche tempo devo dire che mi è molto di aiuto il network professionale che ho costruito in quanto è la rete che spesso mi segnala gli eventi.

#4. Come riesci a organizzare al meglio i tuoi progetti e le attività che svolgi ogni giorno?

Come dicevo prima, ho diviso la giornata in più parti, la mattina e il tardo pomeriggio sono dedicati ai progetti che ho attivi con gli USA.

Utilizzo quotidianamente strumenti come Slack, che mi permettono di seguire step by step i progetti e la loro organizzazione.

Non dimentico, inoltre, di controllare ogni giorno le notifiche sia su Facebook che su LinkedIn, solitamente se non conosco di persona chi mi manda una richiesta di amicizia o di contatto, scrivo una piccola presentazione chiedendo il perché della richiesta.

Questo mi permette anche di catalogare e profilare i contatti.

presenza online ma soprattutto offline andrea romoli si racconta

#5. Che consigli daresti a un giovane che vuole intraprendere un’attività simile alla tua?

Gli direi che serve molta passione e molto impegno, solo con queste due caratteristiche fondamentali si riescono ad ottenere dei risultati, soprattutto una presenza costante sia online sia offline.

Quest’ultima permette senza dubbio di creare un solido network di contatti professionali che è indispensabile per chi fa un’attività come la mia.

Come potete ben immaginare non è un’attività da classiche 8 ore, va al di fuori di questo, ma amo l’attività che sono riuscito a crearmi e posso dire che ho fatto mia una massima di Confucio: “Scegli il lavoro che ami e non lavorerai mai, neanche per un giorno in tutta la tua vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *