Quando la moda si unisce al web marketing: l’esperienza della “streghetta bionda” Claudia Giordano

Il progetto di Claudia si chiama BlondyWitch.com ed è nato nel 2013 “come modo per comunicare la mia passione per il mondo della moda e per esprimere la mia creatività sotto forma di parole e immagini.”

Scrittura, moda ma anche web marketing e social media: un bel mix di interessi, tutti che hanno come comune denominatore la creatività e che includono anche: “la pittura metafisica e surrealista di Dalì e Chagall, la fotografia di moda anni ’50-’60 di Irving Penn e Richard Avedon, la musica rock, il mare in tutte le stagioni e l’astrofisica.”

A noi questo mix di Claudia è piaciuto molto, se ha stuzzicato anche te leggi subito cosa ci ha raccontato! 🙂

#1. Come hai dato vita alla tua attività?

Nel modo forse più classico di questi tempi, ovvero aprendo un blog. Dopo essermi laureata in Moda e Costume e aver frequentato un Master in Marketing e Comunicazione, sentivo l’esigenza di creare un percorso professionale che rispecchiasse i miei gusti e gli studi fatti, ma che allo stesso tempo mi permettesse, nel tempo, di crescere professionalmente.

Così alla fine del 2013 ho fondato blondywitch.com dove ho iniziato a scrivere proprio di moda, intervistando stilisti e designer. Con il tempo sono arrivate le prime collaborazioni e dopo un po’ di gavetta (anzi, tanta gavetta) e una serie di studi fatti per approfondire il mondo del web marketing, ho iniziato a lavorare anche nel settore del content editing e dei social media.

moda

#2. Cosa significa per te avere un “business libero”?

Significa una grande conquista. Essere un freelance e poter lavorare in modo autonomo su diversi progetti, stando comodamente al PC di casa propria, ha numerosi vantaggi. Ti permette innanzitutto di gestire in completa autonomia, rispettando ovviamente consegne e scadenze, orari di lavoro e priorità.

Certamente ha anche dei contro: spesso si lavora più di un dipendente, anche nel weekend o dopo l’orario di lavoro “normale”. Ma avere un business libero significa avere la propria vita in mano e poter incanalare le proprie energie esattamente dove si vuole.

Significa affrontare ogni giorno sfide e conquiste, in un mondo del lavoro dove c’è sempre qualcosa di nuovo da imparare e qualche scalino in più da poter salire.

#3. Ci sono altre passioni o progetti che ti permettono di essere indipendente economicamente?

Naturalmente. Grazie al mio blog lavoro con brand o attività sponsorizzate, ma quello che mi permette di essere indipendente economicamente sono le collaborazioni fisse che ho instaurato con alcune agenzie di comunicazione e il lavoro che svolgo come social media manager per alcuni brand. A questo si aggiungono altri progetti come freelance che spesso arrivano dai social o da conoscenze nel mio ambito di lavoro.

#4. Quali sono i tuoi obiettivi futuri?

Sicuramente crescere nella mia professione, continuare l’attività con il mio blog per farlo diventare un punto di riferimento nella moda, ma anche collaborare con realtà stimolanti, possibilmente nell’ambito del marketing, settore di cui mi sto innamorando sempre di più. E poi certo, tra gli obiettivi futuri ho una collezione di abiti (io sono anche stilista) con il mio nome e un libro che racconti la mia storia 🙂

moda

#5. In che modo mantieni alta la tua produttività?

Fortunatamente non ho mai sofferto del “blocco creativo” o cose del genere. Mi basta uno spunto, una discussione nata sui social, un evento per iniziare a scrivere. Poi ovviamente la disciplina fa il resto: sono molto precisa nel mio lavoro e cerco di dare sempre il meglio, anche nelle giornate no. La mia produttività si nutre di libri, di persone che mi ispirano, di corsi che seguo costantemente per aggiornarmi.

#6. Che cosa consiglieresti a chi vuole intraprendere un percorso simile al tuo?

Sicuramente di studiare e specializzarsi. Ormai senza una buona preparazione è difficile lavorare sul webin maniera credibile. E’ la tua professionalità a parlare per te: se lavori bene, quello sarà il miglior biglietto da visita che tu possa avere.

E poi di avere tanta pazienza perché i risultati, specie nel blogging, non arrivano subito. Ci possono volere anche anni. E poi sì, c’è un’altra cosa che consiglio sempre: mai perdere di vista la propria unicità. Sul web proliferano blogger, marketer, ecc. E’ pieno. Ma solo quelli davvero unici poi riescono ad avere successo.

E con successo non intendo avere milioni di follower: il successo più grande è sentirsi realizzati in quello che si fa, sia moralmente che economicamente. Lavorare sulla propria unicità è il consiglio migliore che mi sento di dare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *