Trovare il coraggio di vivere senza paura per mettersi alla ricerca della felicità

Sul sito di Daniela si legge: “Il mio impegno è quello di portare un messaggio di coraggio e cambiamento e offrirti le informazioni, gli spunti e gli strumenti pratici affinché tu possa avere il lavoro, le relazioni e il benessere che desideri e che ti meriti: insomma, voglio aiutarti a vivere la vita che vuoi!”

Dalle risposte che ci ha dato si intuisce tutto l’impegno e la volontà che ha dovuto mettere per sfuggire ad una realtà, quella in cui è nata, che non poteva offrirle le opportunità di cui aveva bisogno.

Così come  la passione per il lavoro che svolge e che risale a diversi anni fa. Quella di Daniela è una storia cominciata con tante paure ed incertezze, ma finita nel modo più bello 🙂

#1. Sul tuo sito si legge ‘Puoi trovare il coraggio di vivere la vita che vuoi’: cosa significa per te aver trovato questo coraggio?

Innanzitutto un grande saluto a voi, Monica e Jessica, e complimenti per il lavoro fenomenale che svolgete sul blog di Business Libero.

Per me significa “il coraggio di vivere senza paura”. Ho avuto paura quando nel 2001 ho lasciato un lavoro sicuro, il mio paese natale e insieme a mia figlia ho deciso di partire per un paese del tutto sconosciuto ma che sapevo ci avrebbe offerto tante opportunità.

Facendo questo passo ho ripreso possesso della mia vita e del mio tempo, e mi sono messa alla ricerca della felicità.

#2. Nel 2001 ti sei trasferita dalla Romania in Italia. Quali opportunità ti mancavano di più nel tuo paese? Quali aspirazioni avevi e cosa stavi cercando allora?

Provengo da un paese che nel 2001 usciva da un periodo di 25 anni di comunismo. Le opportunità per unavita migliore da offrire a mia figlia erano scarse a quei tempi.coraggio di vivere senza paura

Tante volte le persone mi hanno chiesto come sono riuscita a fare quel primo salto nel buio e la risposta ha sorpreso molti: sono stata spinta avanti dalla paura stessa.

La paura di quella gabbia, che si stringeva su di me ogni giorno. Arrivata qui, non sapevo cosa mi aspettava dopo il salto, e ho affrontato molte difficoltà. Vivevo con le insicurezze dentro me: “E se poi non trovo un altro lavoro?”, “E se non riesco a mantenermi?”, “E se mi pento?”.

Insicurezze che mi hanno accompagnato costantemente all’ inizio. Ma in quel momento ho capito che ci sono due scelte: re-agire e agire.

L’Italia mi ha accolta nel migliore dei modi, ma le opportunità offerte agli stranieri sono quelle di lavori umili ed impegnativi. E in più i miei studi non sono stati riconosciuti.

Però non ero delusa da tutto questo, così ho affrontato ogni difficoltà come opportunità di crescita personale e di miglioramento economico.

#3. Il lavoro che svolgi oggi è sempre stata una tua passione o qualcosa che hai coltivato nel tempo?

Si , faccio il lavoro che mi piace. Amo il il mio lavoro e lo svolgo con grande passione.

Mi occupo del benessere della persona (terza età) dove ogni attività è indirizzata a mantenere e recuperare la salute psicofisica e a ridurre i rischi di isolamento ed emarginazione, fenomeni frequenti fra anziani e disabili.

In questi anni ho costantemente aggiornato la mia formazione, seguendo corsi con i migliori coach italiani.
Grazie alla volontà, mai venuta meno, di perseguire l’obiettivo della vita che volevo, sono cresciuta, diventata più sicura e ho maturato il desiderio che sempre più persone abbiano la possibilità di credere e investire in se stesse.

Per questo è nato il progetto “La vita che vuoi”: organizzo e progetto corsi, eventi su salute, benessere e crescita personale con coach, relatori ed esperti italiani con i quali ho maturato negli anni un rapporto di reciproca stima e fiducia.

Il progetto ha l’obiettivo di permettere a chiunque voglia di cambiare vita e di portare il vero benessere nella propria quotidianità.

All’interno del mio sito ho aperto un blog, curato personalmente da me, in cui cerco di scrivere articoli utili sulla propria quotidianità, suggerimenti e strategie efficaci che possono migliorare la vita di ognuno nel lavoro oppure nella propria vita personale.

#4.Quali sono state le soddisfazioni maggiori per il tuo business libero negli ultimi anni?

Le soddisfazioni sono state così tante da far pendere il piatto della bilancia sempre verso il positivo. Nel 2016 “formazione” è stata una delle parole più importanti del mio business.

Ci sono state 3 date importanti nel mio calendario e, facendo i conti, ho realizzato di aver portato in aula piu di 150 persone. In quel momento mi è uscita una lacrima per la felicità!

È stato così bello e importante per me conoscere donne stupende, come Lara Ghiotto, Lucia Giovannini e Lara Lucaccioni.

Il risultato che più mi riempie di felicità? Sicuramente la soddisfazione nel vedere che tutto va nel verso giusto, che c’è una crescita, che le persone si interessano a chi sono e cosa faccio e che il mio percorso porta a continui traguardi.

Parallelamente alla formazione, quest’anno ho aggiunto nuovi servizi alla mia offerta tra cui l’organizzazione di eventi live con i professionisti del settore per regalare esperienze di cambiamento e la creazione di corsi ed eventi nelle bellissime location di Mantova e del Lago di Garda.

Se il mio lavoro mi consente di svegliarmi carica e con il sorriso ogni mattina è perché ci sono persone che mi hanno dato fiducia. In primis i corsisti che scelgono di partecipare, ma anche i relatori che mi danno l’opportunità e infine le location che mi ospitano e con quale ho un rapporto di stima e affidabilità.

Tra me e me mi ripeto sempre che sono davvero fortunata perché scelgono di lavorare con me persone uniche e meravigliose, da cui imparo tantissimo.

#5. Viaggi molto per lavoro e/o per piacere? Qual è la prossima meta che ti piacerebbe visitare?

In questo momento viaggio raramente perchè sono molto impegnata.

Viaggiare mi ricorda che il mondo è grande e piccolo allo stesso momento, che le possibilità sono infinite e che ci sono meraviglie in ogni dove. Forse in futuro mi informerò per l’Indonesia. Ma i posti da vedere sono ancora tanti.

#6. Ultima domanda: cosa ti senti di suggerire a chi desidera finalmente creare la vita che ha sempre sognato?

coraggio di vivere senza pauraA me sono servite, e servono tutt’ora, impegno, costanza e passione. Dove l’impegno si trasforma in risultati, la costanza in applicazione e la passione in studio continuo.

Il principio è semplice e lineare: se dimostri voglia di fare, spirito di iniziativa e capacità di emergere, allora sarai ricompensato.

Certo non va dimenticato che la strada è tutta in salita e la concorrenza è accanita. Non basta pensare di meritare qualcosa, devi dimostrarlo.

Tutto dipende da te, ma è proprio la sensazione di avere in mano le redini della tua vita a spronarti, a motivarti e a far uscire quello che in altre circostanze non sapresti nemmeno di avere.

Un consiglio finale che mi ha detto una volta qualcuno a me molto vicino: non cercare di conoscere tutto prima di cominciare, ma buttati e sperimenta anche se hai dubbi e incertezze. L’esperienza resta sempre la tua più grande maestra.

Un abbraccio a tutti!

2 thoughts on “Trovare il coraggio di vivere senza paura per mettersi alla ricerca della felicità”

  1. Daniela Barbieri says:

    Come sempre sei bravissima e ammiro tantissimo il tuo coraggio…devo dire che questo sito è un stupenda idea e lo seguirò. Un grande abbraccio Daniela Barbieri

    1. Monica says:

      Ciao Daniela, ci fa piacere sapere che l’intervista ti sia piaciuta e che apprezzi l’idea del nostro sito 🙂 Buona giornata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *